4 SUSTAINABILITY

Il punto di forza di TdD è la versatilità sia dal punto di vista produttivo che dalla vasta offerta di prodotti che permette di soddisfare le più diverse esigenze di una clientela che vanta nomi storici del tessile Italiano ed estero.

Questo approccio proattivo e orientato al cliente, ha portato TdD ad interessarsi negli ultimi anni alle tematiche legate alla sostenibilità e nello specifico al tema della limitazione delle sostanze chimiche tossiche e nocive, pericolose per l’uomo e per l’ambiente, nei processi produttivi.  L’azienda ha pertanto deciso di affrontare il tema del rischio delle sostanze chimiche pericolose in maniera sistemica, integrando nei cicli di produzione attività e controlli finalizzati a ridurne la presenza tanto nelle lavorazioni, quanto sui prodotti consegnati ai clienti.

Proprio perché convinta di voler realmente raggiungere l’obiettivo, la direzione aziendale ha deciso di costruire un percorso strutturato e imprenditorialmente valido, cercando di orientare verso tali valori anche i propri fornitori di materia prima e le lavorazioni conto terzi. Il progetto integra i valori della sostenibilità e in particolar modo della gestione delle sostanze chimiche in produzione, nelle scelte gestionali, secondo un protocollo realizzato dal nostro partner 4sustainability® in riferimento alla Roadmaptozero di ZDHC.

Inoltre la natura stessa di due distretti, quello comasco e quello pratese, in cui l’azienda è ben insediato con due sedi distinte, porta TdD a non essere completamente verticalizzata ma a collaborare con altre imprese della filiera: l’obiettivo che l’azienda si pone non può fare a meno quindi di tenere ben presenti tali caratteristiche di distretto, nella ricerca di collaborazioni e partnership con realtà che condividano i medesimi valori di attenzione alla protezione dell’ambiente, all’innovazione e alla gestione del rischio chimico.

I propositi aziendali sul tema della sostenibilità vogliono essere quindi parte integrante delle decisioni strategiche di Torcitura di Domaso e in questo senso sono stati identificati i seguiti macro-obiettivi:

  • ricercare costantemente la conformità legislativa e indirizzare le scelte verso fornitori e partner che la perseguono;
  • considerare l’impatto ambientale dell’attività aziendale fin dalla progettazione del campionario;
  • impegnarsi a ridurre l’impatto derivante dall’uso di prodotti chimici dannosi per l’uomo e per l’ambiente lungo la filiera produttiva, in funzione dello stato di avanzamento delle conoscenze tecniche in materia, tramite l’implementazione della MRSL ZDHC (Manufacturing Restricted Substances List);
  • prediligere scelte produttive ed organizzative funzionali al risparmio di risorse naturali ed energetiche;
  • adottare tecniche e strumenti gestionali volti al miglioramento continuo.